Il primo negozio on-line
che offre carne da Scottish Highland allo stato brado
Una lotta contro gli OGM e come vincere con la carne grass-fed

Una lotta contro gli OGM

 


Vorresti evitare gli organismi geneticamente modificati?



carne al pascoloSecondo i dati dell'Eurobarometro 2001 (istituito dall'Unione Europea) il 70,9 % degli europei dice NO ai prodotti alimentari transgenici.

Nonostante sono sempre stati importati ed usati alimenti OGM per il consumo animale (che, poi, sono destinati ad essere consumati dai europei), solo dall’aprile 2004 esiste l'obbligo di etichettatura sia per cibi destinati all'alimentazione umana sia per i mangimi animali ma …


NON esiste l'obbligo di dichiarare se
gli animali stessi siano stati nutriti con gli OGM.


(Eppure gli OGM usati nel consumo umano sono una quantità
irrisoria rispetto a quelli usati per il consumo animale)


Contaminazione


Dai dati forniti dal Ministero della salute, riguardante la presenza di OGM in soia e mais ad uso zootecnico, importati in Italia, risulta la presenza di OGM in 91% dei campioni di soia analizzati e in 12% dei campioni di mais.


Biologica?


Non si salva nemmeno chi sceglie l'allevamento "biologico",
perché il 10% dei mangimi può provenire - per legge -
anche da coltivazioni convenzionali, non biologiche,
e quindi non OGM-free.


Nel 2001, i controlli effettuati dall’AIAB (Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica) hanno individuato su 64 campioni di mangime, prelevati in aziende zootecniche impegnate nell'allevamento biologico, ben 25 casi di contaminazioni con OGM, e cioè il 39% del totale.

Perciò, chiunque si preoccupi di quel che mangia, chiunque voglia seguire una dieta OGM-free, ha una vera lotta davanti a se.



Qual è la soluzione?


  • Scegliere biologico nei fatti e non nelle parole!
  • Innanzitutto scegliere prodotti da animali allevati al pascolo senza mangime o cereali di alcun genere.
  • Scegliere animali liberi su pascoli di alta montagna, lontani dalle zone agricole, per evitare la contaminazione dei foraggi.
  • Acquistare la carne e altri prodotti d’origine animale direttamente dalla fonte, ove possibile, mai in supermercato o in macelleria, anche quelle locali.
  • Assicurare che i prodotti sono chiusi in modo ermetico per evitare la contaminazione durante i trasporti, che ad ogni modo dovrà essere limitata il più possibile.


Il migliore che un consumatore consapevole possa fare…


Tu puoi scegliere la carne di GrassFed Europe proveniente dagli allevatori dell’Associazione Highland dell’Alto Adige, ed avere la sicurezza che le loro mucche sono libere sui pascoli e non toccano mangime, mais, soia o altri cereali. MAI.

 




La qualità sta nei fatti.

Con noi sei al sicuro
Carne spettacolare con la purezza di natura



Hai la carne grass-fed in casa?

o scoprire di più sui benefici

Referenze
GrassFed Europe nasce nel 2012 grazie alla motivata richiesta da un pubblico Europeo
intenzionata a migliorare la propria salute

GrassFed Europe ©   Tutti diritti riservati

Allevato al pascolo. Che cosa é?

Ci sono tante frasi in Italia per descrivere il nutrimento degli animali con erba: allo stato brado, ad erba, ad erba e fieno, allevati con erba e foraggi.
Due aspetti importanti, pero, sono:

  • la finitura o ingrassamento. Ovvero, che non ci sia. Gli animali devono essere nutriti in modo naturale tutta la vita inclusi gli ultimi mesi prima del macello tipicamente chiamato la fase dell'ingrassamento dove normalmente gli animali sono installati e nutriti con cereali/mangime.
  • Il nutrimento da appena nato il vitellino. Il vitellino dovrebbe essere nutriti con latte dalla madre fino lo svezzamento naturale intorno ai dodici mesi (non 60 giorni) senza sostanze artificiali tipo latte in polvere o starter. Un fattore essenziale e che la madre é nutrita al pascolo con erba, fieno e foraggi senza l'aggiunto di sostanze artificiali che hanno poi un impatto sul vitellino.

La carne migliore da bovini, della razza Scottish Highland (mucche Scozzesi), allevati allo stato brado al 100%, cioé con erba, fieno e foraggi, proviene solo da GrassFed Europe. Grazie alla cooperazione dell'Associazione di Allevatori Highland dell'Alto Adige, e le numerose aziende di famiglie che, da sempre e come da tradizione, allevano i propri animali come la natura vuole: al pascolo.